Fabbian: Emozioni di Luce

Visite: 408

Fabbian è un'azienda veneta e produce lampade per l’habitat e il contract, con oltre cinquant'anni di esperienza nel settore dell'illuminazione d'interni. A cura di Giorgia Rossato.

Avvalendosi di un folto gruppo didesigners internazionali, interpreta con personalità le nuove tendenze del moderno design di luci, lampade e lampadari.

Alla qualità ed eleganza delle lampade Fabbian si affianca una meticolosa attenzione all'utilizzo della luce, sia essa per illuminare un'abitazione od uno studio.
E’ grazie alla collaborazione con importanti Designers che sono state create due collezioni innovative e rivoluzionarie TILE e LAMINIS.

TILE LED Pamio Design: un modulo, infinite soluzioni compositive.
Tile nasce dall’idea dei designer Pamio Design di creare una lampada modulare formata da singoli elementi in vetro che diviene una parete luminosa, uno spazio. Tile è una lampada sorprendente per la sua luminosità e flessibilità di utilizzo: modulare leggera, trasparente, mutante, libera da comporre. La formella in vetro diventa un modulo per disegnare pareti luminose rigide od ondulate, per creare o dividere uno spazio, per attrarre l’attenzione come punto focale all’interno di un ambiente pubblico o privato, consentendo la personalizzazione totale di soluzioni compositive senza alcun limite al fine di soddisfare anche i più esigenti.

Tile è un sistema modulare costituito da una struttura portante in metallo con copertura in estruso di alluminio lucidato brillantato. Gli elementi singoli in vetro cristallino stampato sono disponibili trasparenti, color ambra, acqua marina, verde e ametista. Le singole formelle sono sorrette da cavi in acciaio inox. Tile arricchisce la sua gamma con la versione ad incasso che permette di raggiungere infinite misure. Inoltre la gamma è stata arricchita di una nuova sorgente luminosa, il led.

Questo tipo di illuminazione ha un duplice scopo: esaltare maggiormente la preziosità e la trasparenza del cristallo e permettere di personalizzare la posizione della luce.

LAMINIS FE Design: l'eleganza del vetro che disegna lo spazio con la luce.
L’obiettivo dei designer FE Design per questo progetto è stato quello di creare un oggetto per disegnare lo spazio con la luce. Le singole formelle, combinate tra loro come le tessere di un mosaico prezioso, creano strutture luminose poliedriche, che arricchiscono in maniera discreta ogni ambiente aprendo nuovi scenari per qualsiasi progetto architettonico.

Grande attenzione è stata data alla produzione dei vetri, che vengono realizzati interamente a mano da maestri vetrai colando il vetro fuso e successivamente pressandolo secondo disegni stabiliti. Le singole formelle, combinate tra loro come le tessere di un mosaico prezioso, creano strutture luminose poliedriche, che arricchiscono in maniera discreta ogni ambiente aprendo nuovi scenari per qualsiasi progetto architettonico.

Questa è la caratteristica principale di Laminis: la naturalezza con cui si sovrappone armonicamente allo spazio esistente, creando infinite trame di luce. Il percorso di personalizzazione inizia con la scelta dei vetri Laminis che andranno a formare la parete. Combinandoli si possono ottenere infinite possibilità di personalizzazione. I suoi vetri vengono realizzati interamente a mano da maestri vetrai che colano il vetro fuso e successivamente lo pressano secondo disegni stabiliti.

L’eventuale coloratura avviene spargendo scaglie colorate sul piano di lavoro prima della colata. C’è la possibilità di scegliere tra le lavorazioni grafiche del vetro, la finitura cromatica dei singoli vetri e c’è la possibilità di scegliere la distribuzione dei singoli vetri. Laminis crea grandi effetti scenografici e atmosfere uniche.

E ora con tutte queste possibilità non vi rimane che creare nuove soluzioni per i vostri ambienti, per illuminare, per arredare, per stupire, per emozionare.

 giogia rossato      Giorgia Rossato 
 Tecnical & Sales Lighting Consultant 
  
 Info: 334 5966630



Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?