La Dieta Anti-Influenzale

Redazione
Visite: 285

Per evitare il diffondersi della sempre più diffusa influenza di stagione, spesso è opportuno prendere alcune semplici precauzioni,

basate principalmente sull’alimentazione e sullo stile di vita. Il consiglio principale è l’aumento del consumo di cibi ricchi in acido ascorbico, o vitamina C, la quale possiede un'azione antinfiammatoria, aumenta le difese dell'organismo e lo protegge dalle infezioni provocate da virus e batteri. Questa vitamina, paladina del nostro sistema immunitario, è presente soprattutto in frutta e verdura di stagione, come arance, limoni, kiwi e verdure a foglia verde, come i broccoli, gli spinaci ed il cavolo. Una corretta introduzione di vitamina C è inoltre essenziale perché aumenta l’assorbimento di Ferro, minerale importante per il sistema immunitario in quanto la sintesi di anticorpi è strettamente correlata ad un suo adeguato introito. La vitamina C è un nutriente molto labile ed è necessario tenerlo a mente soprattutto durante la preparazione dei pasti. Aria, luce e temperature troppo alte o troppo basse possono favorire una perdita importante di acido ascorbico; un lavaggio prolungato di verdure e ortaggi o la cottura, per esempio, riducono drasticamente la presenza di questa vitamina. Per aumentare l’apporto di vitamina C e l’assorbimento del Ferro è raccomandato un consumo di almeno cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura di stagione, nonché l’utilizzo di succo di limone come condimento al posto di sale o aceto. L’utilizzo di condimenti alternativi è un ottimo consiglio per evitare malattie indesiderate, soprattutto se si ama il piccante: peperoncino, curry e paprika, infatti, sono fonti naturali di acido acetilsalicilico, un importante antinfiammatorio. Il consumo di alcuni alimenti come spezie e brodo caldo è anche importante in caso di raffreddore, in quanto agiscono dilatando i vasi sanguigni dell’apparato bronco-polmonare, permettendoci di respirare meglio e rendendo anche più fluidi muco e catarro.
Un altro nutriente da non farsi mancare in caso di raffreddore è lo Zinco, elemento importante che agisce diminuendo la durata della malattia, svolgendo un ruolo chiave all’interno del nostro sistema immunitario. Lo Zinco si può trovare in diversi alimenti, come pesce, carne e frutta secca. In questo periodo, inoltre, è spesso consigliato l’utilizzo di aglio e cipolla durante la preparazione dei pasti, dato che questi alimenti sono antisettici naturali e sono importanti per la prevenzione di mal di gola, tosse e raffreddore. Anche il consumo di yogurt, se ricco in fermenti lattici vivi, è un ottimo alimento per la prevenzione dell'influenza stagionale: oltre a contenere probiotici che favoriscono la risposta immunitaria nel nostro organiusmo, protegge la flora batterica intestinale. In caso di malattie e patologie da raffreddamento è sempre consigliabile un consumo costante e importante di liquidi, sia durante che fuori dai pasti. Un consumo di almeno due litri di acqua al giorno è comunque sempre raccomandato. Grazie a questi piccoli accorgimenti potrete passare le feste di Natale all'insegna della salute e del benessere!

.Nutrizione
<< Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo>> diceva Ippocrate... nulla di più vero!
Sono Eleonora Turci, laureata in Dietistica presso l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. In seguito mi sono specializzata in Scienze dell'Alimentazione e Nutrizione Umana all'Università degli Studi di Firenze. Ora, in libera professione, mi occupo di seguire i pazienti: consiglio le dinamiche corrette per la Nutrizione e l'Alimentazione, attraverso protocolli Dietetici, Dietoterapia ed Educazione Alimentare.

 

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?