Alimentazione: Miti da Sfatare

Redazione
Visite: 491

Ci sono dei luoghi conuni che non sono veritieri. Per questo la Dottoressa Eleonora Turci, di seguito, ci chiarirà le idee...

Gli alimenti senza glutine sono più leggeri e dietetici?

I cibi senza glutine stanno diventando sempre più di moda anche tra le persone che non soffrono di celiachia o intolleranze alimentari, perchè considerati più sani e ipocalorici. Questa opinione sempre più diffusa è falsa, i prodotti resi privi di glutine non sono ipocalorici e spesso, per renderli più appetitosi, sono anche addizionati con oli vegetali. Gli alimenti senza glutine sono consigliati per chi soffre di patologie specifiche come la celicachia.

L'ananas dopo i pasti aiuta a bruciare le calorie?
L'ananas, pur essendo un alimento ricco di proprietà nutritive e ipocalorico, non brucia calorie. È comunque vero che questo frutto tropicale è particolarmente ricco in fibre, dà un senso di sazietà e contiene un enzima specifico, la bromelina, che facilita la digestione. L'ananas resta insomma un alimento da consumare!

Lo zucchero grezzo ha meno calorie rispetto a quello bianco?
Molte persone ritengono che lo zucchero scuro sia più salutare rispetto a quello bianco raffinato. In realtà nello zucchero grezzo troviamo semplicemente una quantità leggermente maggiore di potassio e altri sali minerali, quantità ridicole se consideriamo la quantità minima di zuccheri consigliate. Tra bruno e bianco, insomma, non c'è una gran differenza, l'importante è limitare lo zucchero in generale.

La buccia di pere e mele è più ricca di vitamine rispetto alla polpa?
La buccia di mele e pere non è particolarmente ricca di vitamine, ce ne sono molte di più nella polpa! Nonostante ciò è sempre consigliabile mantenere la buccia, dopo aver lavato la frutta, in quanto contiene un'alta quantità di fibre, che aumentano la sazietà, regolarizzano l'intestino e modulano l'assorbimento di lipidi e di zuccheri
.
Gli spinaci sono la verdura che contiene più ferro?
Gli spinaci non sono così ricchi in ferro come si crede: radicchio verde, legumi, semi e frutta secca ne contengono sicuramente di più! Inoltre l'utilizzo del succo di limone come condimento per questi alimenti aumenta ulteriormente l'assorbimento del ferro.

L'acqua di rubinetto favorisce la formazione di calcoli?
L'acqua di rubinetto non è pericolosa e non è causa di calcoli renali. Il calcare, o carbonato di calcio, è un composto che ci permette di assumere, bevendo, il calcio, minerale utile per la struttura ossea, mentre i calcoli si formano per colpa degli ossalati di calcio, che hanno un ruolo diverso nel nostro organismo.

Bere birra in gravidanza fa aumentare il latte?
La birra non aumenta la produzione di latte durante l'allattamento, contrariamente a quanto creduto. Durante l'allattamento, piuttosto, è consigliabile eliminare qualsiasi bevanda alcolica, in quanto l'alcol passa facilmente nel latte materno.

Mangiare pesce fa bene alla memoria?
Il pesce è particolarmente ricco in fosforo, un minerale molto importante per rafforzare denti e gengive, ma che non serve a migliorare la memoria.

Il cioccolato fa venire i brufoli?
Anche questo è un mito da sfatare: i brufoli, infatti, derivano da un'eccessiva produzione di sebo, legati a squilibri ormonali, presenti soprattutto in età adolescenziale. Il cioccolato non è in grado di creare tali squilibri ormonali. Attenzione in ogni caso a non consumare una quantità eccessiva di questo squisito alimento poiché ha tante calorie...

Grissini e fette biscottate sono meno caloriche del pane?
Questi cibi sono sostituti del pane, ma è consigliabile limitarne il consumo, in quanto si differenziano dal pane fresco per la perdita di acqua durante la cottura. Per questa ragione, a parità di quantità, il pane tostato o i sostituti del pane contengono più calorie del pane fresco. Inoltre crackers e grissini contengono spesso grassi vegetali o condimenti vari che contribuirebbero ad aumentare il loro contenuto calorico.

Nutrizione
<< Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo>> diceva Ippocrate.: “Nulla di più vero!” Sono Eleonora Turci, laureata in Dietistica presso l'Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. In seguito mi sono specializzata in Scienze dell'Alimentazione e Nutrizione Umana all'Università degli Studi di Firenze. Ora, in libera professione, mi occupo di seguire i pazienti: consiglio le dinamiche corrette per la Nutrizione e l'Alimentazione, attraverso protocolli Dietetici, Dietoterapia ed Educazione Alimentare.

Commenti (0)

Non ci sono ancora commenti

Lascia i tuoi commenti

Invio commento come ospite.
Allegati (0 / 3)
Condividi la tua posizione
Digitare il testo presente nell'immagine qui sotto. Non è chiaro?